Come Fare la Pizza

Prima di suggerirti il segreto su come si fa la pizza perfetta, sapevi che la pizza ha origine più di mille anni fa, e non era altro che un pezzo di pasta utilizzata dal fornaio per verificare la temperatura del forno? Solo dopo parecchi anni, fu introdotto il termine Pizza al famoso disco di pasta con tanti ingredienti che conosciamo adesso e, secondo tradizione, nel 1889, nacque la famosissima Pizza Margherita, creata dal cuoco Raffaele Esposito e condita con pomodori, mozzarella e basilico, in modo da rappresentare il tricolore della bandiera italiana (anche se si hanno ancora dubbi sull’effettiva origine del nome, che a quanto pare, era già di uso comune dal 1830, vedi storia della pizza).
Non mi dilungo troppo sulla storia della pizza, e vado subito a spiegarvi come si fa la pizza

Gli ingredienti indispensabili per fare un ottima pizza con un litro di acqua sono
1 litro di acqua naturale non frizzante
circa 2 kg di farina 00
40 gr di olio extravergine di oliva
10 gr di lievito di birra
60 gr di sale
per un totale di circa 3 kg di impasto. Ti ricordo che il peso dell’impasto indispensabile per la realizzazione di una pizza classica da piatto varia dai 200 gr ai 280 gr a seconda della regione d’Italia in cui ci troviamo, per cui con questa ricetta usciranno dalle 10 alle 15 pizze (se ti servono meno pizze, basta dividere la ricetta in base alle tue esigenze)

Gli ingredienti sono semplici, e nonostante la maggior parte delle ricette, segnalano la ricetta della pizza come facile, ti posso assicurare, che se non si rispettano i giusti tempi di maturazione, la pizza non sarà mai ottima.
Per rispettare i tempi di maturazione, abbiamo bisogno di standardizzare la preparazione e procedere con il controllo dei fattori esterni, come temperatura e tasso di umidità.
Procedo dunque a spiegarti il segreto su come si fa la pizza perfetta utilizzando i normali apparecchi domestici.

Sicuramente per ottenere un ottima pizza, uno dei fattori fondamentali è il calore generato dal forno con la quale cuciniamo l’impasto. L’ideale sarebbe una temperatura compresa tra i 330 gradi centigradi e i 500 gradi centigradi, e un bel forno a legna, ci aiuta notevolmente a tale scopo.
Come si fa la pizza se non hai un forno che raggiunge tali temperature? Nessun problema, alla fine ti spiego un piccolo segreto, ma ora procediamo con la preparazione dell’impasto:
Cerca un ambiente di circa 20 gradi
Inserisci l’acqua con una temperatura di 27 gradi in un recipiente abbastanza grande (o all’interno di un impastatrice)
Pesate esattamente gli ingredienti restanti in base alla tabella degli ingredienti nel passo 2 a seconda della quantità di impasto desiderato e disponeteli in modo da averli tutti pronti davanti a voi.
Versa il lievito di birra e introduci la metà della farina.
Impasta per bene il tutto e una volta ottenuto un composto denso e omogeneo, versa il sale e continua a impastare.
A questo punto, aggiungi il resto degli ingredienti e continua ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e vellutato.
Metti l’impasto su un piano e coprilo con della pellicola trasparente, in modo da non far penetrare l’aria e lascialo a riposo sul piano per circa 20 minuti.
A questo punto dividi l’impasto per il numero di pizze desiderato e crea delle sfere, cercando di comprimerle il più possibile, ed eliminando eventuali increspature, bolle d’aria o altro (le palline devono essere perfettamente tonde) e disponile in delle casseruole chiudibili, distanziate da almeno il loro doppio della grandezza, luna dall’altra.
Chiudi la casseruola e lascia triplicare il volume delle palline (ci vorranno dalle 8 alle 15 ore, a seconda della temperatura esterna).
Il nostro impasto è pronto per essere cotto. Mi raccomando di non lasciare l’impasto oltre alle ore indicate, in quanto prenderebbe un retrogusto acidulo. Se dovete posticipare la cottura, ti raccomando di mettere l’impasto in frigo ad una temperatura di 4 C°, solamente dopo aver terminato il processo di lievitazione. L’impasto in frigo, ci durerà altre 24/48 ore. Vediamo ora come procedere con il resto degli ingredienti.

La preparazione di un buon sugo per la pizza è molto semplice, prendiamo dei pomodori San Marzano, li peliamo e li pestiamo con una forchetta all’interno di un piatto. Aggiungiamo dell’olio extravergine di oliva, sale quanto basta a seconda del vostro gusto e delle foglie di basilico fatte a pezzetti (molti preferiscono l’utilizzo dell’origano, tuttavia è a vostra discrezione, in base ai propri gusti).
A questo punto, prendete della mozzarella (maggiore sarà la qualità e migliore sarà il risultato finale) e fatela a pezzi, semplicemente utilizzando le vostre mani (strappandola e facendola a pezzetti).
A questo punto è tutto pronto per la cottura.

A questo punto abbiamo tutto pronto per cucinare la nostra pizza margherita.
Per prima cosa, accendiamo il forno e portiamolo a circa 400 gradi.
Prendiamo le nostre palline di pasta e immergiamole in un po do farina 00 (come se le stessimo impanando), e formiamo un bel disco cercando di allargare la sfera dall’esterno (formando un bordino di 1 cm), senza mai andare a toccare il centro e il bordino.
Versiamoci sopra il sugo preparato in precedenza, e aggiungiamo la mozzarella.
Inforniamo per circa due minuti e sforniamo la nostra pizza perfetta!
Aggiungiamo un ramicello di basilico e Buon Appetito!
Se non hai un forno ad alte temperature, ora ti spiego come si fa la pizza perfetta utilizzando il forno di casa con temperatura di 220 gradi
Prendi le palline di pasta e le stendi su delle teglie da forno
Lasci a lievitare all’aria per circa 2 ore
Aggiungi il sugo preparato in precedenza
Inforni con forno preriscaldato a 220 gradi per circa 10 minuti
Estrai la teglia dal forno, e in modo molto rapido, aggiungi la mozzarella e re-inforni nuovamente per altri 10 o 12 minuti a seconda del grado di cottura desiderato
Sforni la teglia, aggiungi un ramicello di basilico fresco ed eccoti la pizza perfetta fatta in casa.
Ora sai come si fa la pizza perfetta in casa.