Costo dei Cosmetici – Cosa Influisce

Siamo quotidianamente bombardati da campagne pubblicitarie più o meno accattivanti e quando ci troviamo a confrontare i prodotti che vorremo acquistare in base alle loro proprietà e al prezzo di mercato, non sono poche le perplessità con cui dobbiamo fare i conti. E la domanda che più ci poniamo è la seguente: ma perchè quel prodotto ha quasi gli stessi ingredienti di quell’altro eppure costa più del doppio?

Cerchiamo di spiegare da dove deriva il prezzo di un cosmetico. In primo luogo molte persone commettono l’errore di considerare solo gli ingredienti di cui è composto il cosmetico quindi esclusivamente il suo contenuto ma è sbagliato. Oltre a pagare la composizione del cosmetico, l’acquirente paga anche la persona o il team che ha sviluppato quella formula, e che ha sottoposto le formule a test dermatologici che per essere eseguiti richiedono dei costi aggiuntivi.

Dunque oltre a sostenere i costi relativi alla composizione del cosmetico, si andranno a sostenere anche delle spese di “contorno” che variano a seconda dei laboratori che producono il prodotto. Se si tratta di un piccolo laboratorio artigianale, i costi saranno contenuti ma se abbiamo a che fare con un laboratorio grandissimo a livello industriale e che distrubuisce alla grande distribuzione il discorso è diverso. Qui entra in gioco anche il canale distributivo: avendo negozi sparsi in tutto il paese, i grandi ipermercati vendono a prezzi più modici perchè i pezzi mandati a ogni singolo punto vendita sono così tanti che i costi finali di ogni singolo prodotto si ammortizzano.

C’è poi la questione relativa al marchio. Un brand blasonato non può “permettersi” di abbassare troppo i costi altrimenti ne va del prestigio del suo nome. Considerando tutti i parametri -dal contenuto ai vari controlli e passaggi prima di approdare alla vendita al dettaglio- alcuni prodotti griffati dovrebbero avere costi più bassi preservando ugualmente un bel margine di guadagno ma per ragioni di mercato non possono farlo. Senza citare alcun marchio in particolare, ma cosa pensereste se quella nota casa di moda lanciasse una nuova linea di smalti facendoli pagari il 50% in meno rispetto al solito prezzo? Sicuramente ne venderebbe di più ma perderebbe quell’”aura” di prestigio che lo rende così blasonato e accessibile a poche tasche!