Come Togliere il Calcare dagli Impianti Idraulici

Il calcare negli impianti idraulici non è solo brutto da vedersi, ma fa consumare più acqua, rende difficile l’uso dell’impianto dove si deposita, accelera il deterioramento e limita la funzionalità. Tu puoi intervenire sopratutto nei rubinetti e nel dispositivo della doccia.

La maggioranza delle volte per allontanare il calcare dovrai destreggiarti con le sostanze chimiche, motivo per cui dovrai, perentoriamente, dotarti di guanti di protezione. Se intervieni su un rubinetto devi sfilare la parte finale di quest’ultimo ricordando di non perdere la guarnizione di gomma che compone il tutto.

Una volta che avrai sostituito il pezzo, immergilo in un bicchiere di vetro che avrai preventivamente riempito con dell’aceto e lascialo lì per una buona mezz’ora. Osserva durante tale lasso di tempo che cosa accade, perchè se notassi che il calcare non va via, dovrai agitare il pezzo. Se il calcare è ostinato agisci con uno spillo, il tutto sotto un gesto di acqua fredda, dopodichè rimonta il tutto.

Se lo stesso calcare ha attaccato il rubinetto della doccia, dovrai rimuovere il pezzo del flessibile che va inserito in una bacinella, dove avrai versato ancora una volta dell’aceto. Se invece il problema affligge il tuo water, in questo caso va bene l’acido muriatico, ma stai attentissimo all’uso che ne farai, perchè trattasi di acido molto corrossivo e dunque pericoloso e dunque dovrai stare attento quando lo versi evitando accuratamente gli schizzi. Tale acido dovrai versarlo sulla traccia di calcare e dovrai lasciarlo agire per una decina di minuti, trascorsi i quali potrai agire sullo sciacquone.

Togliere il calcare è quindi molto semplice.