Come Riconoscere la Tormalina

Con il termine “tormaline” si indicano dei minerali di origine pneumatolitica che appartengono alla classe dei ciclosilicati e si trovano nelle rocce eruttive di tipo pegmatitico.

Il loro abito prismatico è allungato e striato verticalmente, con dimensioni che possono variare ed arrivare fino ad alcune decine di centimetri.

Il colore è variabile ed alcune varietà sono tagliate ed usate come gemme, a tal punto che oggi si ritiene che alcune pietre dei gioielli della corona russa un tempo classificate come rubini siano tormaline.

Tra le varietà più note, di cui è disponibile un elenco completo in questa guida sulla tormalina su questo blog, da ricordare è sicuramente l’indicolite, molto rara e dotata di uno splendido colore blu con sfumatura azzurro violacea e verdastre, di solito tagliata a tavola o a gradini. A causa del suo colore molto spesso viene anche commerciata sotto il nome di zaffiro del Brasile, dal momento che si trova nei giacimenti brasiliani di Minas Gerais. Anche se le tormaline non sono molto apprezzate in Italia, questa varietà è abbastanza ricercata.

Altra varietà molto apprezzata è la rubellite, di colore rosso-rosato con sfumature violacee e per questo inappropriatamente nota con il nome di rubino della Siberia. Le rubelliti di colore torbido vengono tagliate a superficie curva, mentre quelle limpide a gradini e a tavola.

Inoltre, altre varietà note sono l’elbaite, verde o policroma, detta erroneamente smeraldo del Brasile, rubellitemolto apprezzata in USA e in Germania; la Cromo tormalina, che si rinviene in Tanzania, di colore verde scuro a causa della presenza di cromo; l’acroite, incolore e di puro interesse collezionistico; la dravite, di colore giallognolo; la Tormalina cocomero, chiamata così perché presenta una parte centrale rossa ed un bordo verde, proprio come in un cocomero, ed infine la Tormalina Paraiba, di colore blu-neon, caratterizzata dalla presenza di rame al suo interno.

Queste varietà si possono trovare, oltre che in Brasile, anche in Tanzania, Madagascar, Kenia, Namibia, Afghanistan, Californa, Sri Lanka ed Italia, dove splendidi cristalli policromi sono stati rinvenuti nelle druse dei graniti dell’Isola d’Elba.

Infine, tra le tormaline più belle si devono ricordare due tormaline gialle color champagne esposte allo Smithsonian Institution di Washington ed anche le sculture cinesi e russe presenti in diverse collezioni sparse per il mondo.